Capitolo 1

— Capitolo 1

Mia Amata

“Ringrazio Dio, che servo come già i miei antenati con pura coscienza, ricordandomi regolarmente di te nelle mie preghiere giorno e notte; ripenso alle tue lacrime e desidero intensamente vederti per essere riempito di gioia” (2 TIMOTEO 1:3-4).


Mia amata sorella in Cristo, non è un caso che tu abbia questo libro nelle tue mani: è per la grazia di Dio. Dio ha ascoltato il tuo grido, come ascoltò il mio a suo tempo, ed è venuto per aiutarti. Le pagine seguenti guideranno te, così come Lui guidò me, quando tutti gli altri mi dicevano che non c'era nessuna speranza per me.

Ciò che Dio mi disse di fare non fu facile per me, e non lo sarà nemmeno per te. Ma, se tu vuoi vedere un miracolo nella tua vita, questo è possibile! Se il tuo desiderio è di testimoniare della fedeltà di Dio, tu lo farai! Se davvero desideri che Dio restauri il tuo matrimonio, che apparentemente è senza speranza, continua a leggere questo libro. Dio può restaurare il tuo matrimonio, così come lo ha fatto con il mio.

La Bibbia dice che: “Il Signore percorre con lo sguardo tutta la terra per spiegare la sua forza in favore di quelli che hanno il cuore integro verso di Lui” (2 Cronache 16:9).

Lui ti ha cercato per aiutarti. Sei pronta? Dovrai ubbidire a Lui completamente. Dovrai passare per la porta stretta: “Poiché larga è la porta e spaziosa è la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa. Stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano” (Matteo 7:13-14). A te la scelta: desideri percorrere la via stretta o tornare indietro? Questo è il momento di scegliere. “Io prendo oggi a testimoni contro di voi il cielo e la terra, che io ti ho posto davanti la vita e la morte, la benedizione e la maledizione; scegli dunque la vita affinché tu viva, tu e la tua discendenza, amando il Signore, il tuo Dio, ubbidendo alla sua voce e tenendoti stretto a Lui poiché Egli è la tua vita...” (Deuteronomio 30:19,20). Se stai ancora leggendo questo libro e non lo hai messo da parte, allora significa che hai scelto di continuare. Provo una profonda commozione pensando alla gloriosa resurrezione che avverrà al tuo matrimonio e alla tua famiglia. Prego benedicendo ognuna di voi. Gioisco pensando che un giorno ci incontreremo, o da questa parte o dall'altra nel cielo, dove non ci saranno più lacrime. Cara e dolce sorella in Cristo, Dio può ricostruire il tuo matrimonio, e lo farà. Tu hai la sua parola d'onore. Gesù rispose loro: “Io vi dico in verità: Se aveste fede e non dubitaste, non soltanto fareste quello che è stato fatto al fico; ma se anche diceste a questo monte: «Togliti di là e gettati nel mare», sarebbe fatto” (Matteo 21:21). Visto che tu stai leggendo questo libro capisco che il tuo matrimonio è in crisi. Tuo marito ti ha abbandonata? Sei stata tu a lasciarlo? O gli hai chiesto di andare via?Forse tu stai leggendo questo libro prima che uno di voi due prenda la drastica decisione di abbandonare l'altro, ma forse avete già parlato di divorzio durante una delle vostre discussioni. Tu devi credere che: “Or sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo disegno” (Romani 8:28). Attraversando una prova cosi' difficile per il tuo matrimonio, se davvero vuoi salvarlo, devi imparare prima di tutto ad  amare Dio ed a desiderare che lui realizzi il suo proponimento nella tua vita, ed il suo proponimento per te ora è che tu ti avvicini a Lui e venga trasformata a sua immagine e somiglianza. Sii forte e coraggiosa perché Dio ha detto: “Io non ti lascerò e non ti abbandonerò” (Ebrei 13:1).

Dio è con te: “Quand'anche camminassi nella valle dell'ombra della morte, io non temerei alcun male, perché tu sei con me” (Salmo 23:4).

Sono sicura che l'espressione “valle dell'ombra della morte” descrive perfettamente quello che è il tuo stato d'animo quando pensi alla tua situazione matrimoniale, ma Dio ha permesso questo per il tuo bene. Solo dopo che tu avrai attraversato questa situazione, potrai risplendere come l'oro: “Perciò voi esultate anche se ora, per breve tempo, è necessario che siate afflitti da svariate prove, affinché la vostra fede, che viene messa alla prova, che è ben più preziosa dell'oro che perisce, e tuttavia è provato con il fuoco, sia motivo di lode, di gloria e di onore al momento della manifestazione di Gesù Cristo” (1 Pietro 1:6-7). La cosa più importante che tu devi fare adesso è : “Fermatevi e riconoscete che Io Sono Dio” (Salmo 46:10).

Poi prosegui il tuo cammino con Dio, accertandoti che tutto quello che tu farai o dirai sia in accordo con la Sua Parola. Solo cosi puoi essere sicura che stai agendo secondo il Suo volere.

Dio non desidera che il tuo matrimonio venga distrutto. Gesù Cristo stesso ha detto: “Perciò l'uomo lascerà il padre e la madre, e si unirà con sua moglie, e i due saranno una sola carne. Così non sono più due, ma una sola carne; quello dunque che Dio ha unito, l'uomo non separi” (Matteo 19:5.6). E anche: “Io odio il ripudio, dice il Signore, il Dio d'Israele...Badate dunque al vostro spirito...” (Malachia 2:16).

Satana è colui che vuole vedere il tuo matrimonio distrutto, DIO NO! Ricorda che: “Il ladro (il diavolo) non viene se non per rubare, ammazzare, distruggere; io sono venuto perché abbiano vita e l'abbiano in abbondanza” (Giovanni 10:10). Non devi credere alle bugie del diavolo, ma “facciate prigioniero ogni pensiero” (2 Corinzi 10:5). Non permettergli di rubarti tuo marito. Non permettergli di distruggere la tua famiglia, la tua vita, i tuoi figli, non permettergli di rubare il loro futuro. Credimi, e credi a coloro che per esperienza possono dirti che il divorzio distrugge i figli, e ruba il loro futuro, cosi' come ruba il tuo futuro. Percorri il cammino di Dio. Fai del Signore il tuo sposo, mentre aspetti che lui restauri il tuo matrimonio. “Perché il tuo Creatore è il tuo Sposo” (Isaia 54:5). “Anche se i monti si allontanassero e i colli fossero rimossi, l'amore mio non si allontanerà da te, né il mio patto di pace sarà rimosso, dice il Signore che ha pietà di te” (Isaia 54:10).

Trova la tua gioia nella parola di Dio e permetti al Signore di purificarti, “lavandoti con l'acqua della Parola” (Efesini 5:6). Prega e credi a ciò che dice la Parola di Dio, e non a ciò che tu vedi: “Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono” (Ebrei 11:1).

“Or senza fede è impossibile piacergli” (Ebrei 11:6).

Solo Dio sa esattamente cosa stai attraversando e quali sono le risposte di cui hai bisogno in questo momento, nessun altro può saperlo. Se tu preghi (semplicemente parli con Dio), e lo ascolti (leggi la sua Parola, la Bibbia), Lui può aiutarti ad ottenere la vittoria che Lui stesso ha preparato per te. Non seguire ciò che gli altri ti dicono, siano essi non credenti, amici della chiesa, pastori o anche consulenti. Se tu stai pregando e leggendo la Parola di Dio, Dio parlerà prima a te, e lo farà o parlando al tuo cuore o attraverso la Bibbia. Dopodiché anche qualcun altro ti darà ulteriori conferme riguardo la direzione in cui Dio ti stà guidando, e tutto sarà in pieno accordo con la Parola di Dio.

La maggiore parte delle persone, cristiane o meno, ti diranno cose che sembrano giuste, cose che sono secondo la logica, ossia secondo la carne. Ma se questi consigli non sono in accordo con la Parola di Dio, sono del tutto sbagliati! Per te sarebbe come muoverti nelle sabbie mobili. “Beato l'uomo che non cammina secondo il consiglio degli empi, che non si ferma nella via dei peccatori, né si siede in compagnia degli schernitori” (Salmo 1:1). I consigli di Dio a volte per noi sono pazzia (come non rinunciare al tuo matrimonio, quando tutti gli altri ti dicono invece di farlo), e avrai sempre bisogno dell'aiuto dello Spirito Santo per portare a compimento le tue scelte.

NON AGIRE D'IMPULSO E NON PRENDERE DECISIONI TROPPO AFFRETTATE

Spesso Dio dice: “Aspetta”. E molte volte, mentre tu lo fai, Lui cambia le circostanze. Dio ha detto che Lui è: “Il Consigliere Ammirabile” (Isaia 9:6). Non è forse vero che tu desideri il meglio? Non ti piacerebbe avere un consigliere che conosce quale sarà il tuo futuro? Uno che realmente può cambiare il cuore di tuo marito? C'è solo una Persona che può indicarti qual è la giusta direzione. Confida in Lui, soltanto in Lui. È un dato di fatto che ci sono più matrimoni distrutti nella chiesa che nel mondo, quindi evita di farti aiutare da pastori o consulenti cristiani che ti consigliano secondo ciò che dice il mondo e non secondo Dio. È triste, ma molti matrimoni sono stati distrutti da consigli sbagliati, dati per giunta da consulenti matrimoniali cristiani. Questo è successo perché hanno spinto le coppie a parlare del loro passato, inducendole così a dirsi cose che non avrebbero mai dovuto dirsi. Le parole crudeli sono o una bugia del nemico, o il frutto della carne. Se anche voi farete la stessa cosa succederà che, dopo che il consulente avrà ascoltato ciò che lui stesso vi ha spinto a dire, affermerà poi che il vostro matrimonio è senza speranza! Se qualcuno (incluso tuo marito) ti ha detto che il tuo matrimonio è senza speranza, tu per tutta risposta comincia a lodare Dio, perché le situazioni senza speranza sono esattamente quelle in cui il Signore decide di mostrare la SUA ONNIPOTENZA! “Agli uomini questo è impossibile, ma a Dio ogni cosa è possibile!” (Matteo 19:26).

LAVORA INSIEME A DIO

Non pensare che senza l'aiuto e la collaborazione di tuo marito il tuo matrimonio non potrà essere salvato o trasformato. Il nostro ministero fu fondato da e per coloro che sono l'unica persona all'interno della coppia che cerca la restaurazione del proprio matrimonio. Le uniche cose di cui hai bisogno sono: un cuore integro e la forza del Signore. “Infatti il Signore percorre con lo sguardo tutta la terra per spiegare la sua forza in favore di quelli che hanno un cuore integro verso di Lui” (2 Cronache 16:9). Io ho avuto il privilegio di essere consigliata dal Migliore Consigliere che si possa avere, e voglio condividere con te qualcosa che Lui mi ha detto attraverso la sua Parola. Non ci sono due situazioni che siano perfettamente uguali, ma la sua Parola può essere applicata ad ogni situazione. “Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, il Padre misericordioso e Dio di ogni consolazione, il quale ci consola in ogni nostra afflizione, affinché, mediante la consolazione con la quale siamo noi stessi da Dio consolati, possiamo consolare quelli che si trovano in qualunque afflizione” (2 Corinzi 1:3-4).

STUDIA LA SUA PAROLA

Dopo aver pregato: “Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto” (Matteo 7:7). “Se poi qualcuno di voi manca di saggezza, la chieda a Dio che dona a tutti generosamente senza rinfacciare, e gli sarà data. Ma la chieda con fede, senza dubitare; perché chi dubita rassomiglia ad un'onda del mare, agitata dal vento e spinta qua e là. Un tale uomo non pensi di ricevere qualcosa dal Signore, perché è di animo doppio, instabile in tutte le sue vie” (Giacomo 1:5-8).

Tu devi avere fede! Come puoi fare per riuscire ad avere una tale fede? Dio stesso te la darà. Chiedigli di darti fede, perché ogni cosa buona e ogni dono perfetto vengono dall'alto (Giacomo 1:17).

LA PAROLA DI DIO E I SUOI PRINCIPI

Mia cara, sia che tu conosca bene la Bibbia, sia che tu non l'abbia mai letta prima d'ora, essa deve essere la tua unica guida nella restaurazione del tuo matrimonio.

Tutti i passi biblici che sono elencati in questo libro sono gli stessi che Dio usò per guidarmi mentre attraversavo il fuoco, cioè la prova che portò poi alla restaurazione del mio matrimonio.

Il Signore mi mostrò che io avevo infranto molti dei principi su cui si basa un matrimonio, ed avevo commesso molti peccati di cui non mi ero pentita, e che addirittura non  riconoscevo come tali. Erano stati proprio questi peccati a causare la distruzione del mio matrimonio.

È questo ciò che è successo a tutti coloro che ora vedono il loro matrimonio andare in rovina, o addirittura già completamente distrutto, inclusa tu. Presto capirai che non è stato solo tuo marito a violare i comandamenti di Dio. Comprenderai, come lo compresi io, che tu hai contribuito molto alla distruzione del tuo matrimonio. Se tu riconosci di avere commesso dei peccati, invece di condannare tuo marito per i suoi, questo sarà per te un punto di svolta molto importante. È stato leggendo continuamente la Parola di Dio che ho compreso che la Bibbia è tutto ciò di cui avevo bisogno nella mia vita. È la mia guida. Nella Bibbia sono riportate anche molte leggi che riguardano la creazione stessa. Quando Dio creò il mondo, stabilì sia delle leggi fisiche che delle leggi spirituali. Se ad esempio viene infranta la legge di gravità si ha come conseguenza la caduta di un oggetto o di una persona. Allo stesso modo se vengono infrante le leggi spirituali date per il matrimonio, la conseguenza è che il matrimonio viene distrutto.

È importante inoltre che tu comprenda anche un altro punto fondamentale: le vie che il mondo segue sono sempre opposte alle vie che Dio vuole noi seguiamo.

Il comportamento che tu stai assumendo riguardo l'abbandono di tuo marito, il suo adulterio, o riguardo al problema della droga, dell'alcool, della richiesta di divorzio che lui ti ha presentato, molto probabilmente è lo stesso comportamento che qualsiasi altra persona del mondo assumerebbe in tali circostanze. Comprenderai molto presto, come lo compresi io, che tutto ciò è in contrasto con la volontà di Dio e con il modo che Lui vuole tu usi per adoperare le armi della vittoria: “[...] e questa è la vittoria che ha vinto il mondo: la vostra fede” (1 Giovanni 5:4).

Quando cominciai a seguire la via che il Signore mi indicava, contrariamente a ciò che avevano fatto altri, compresi che il mio matrimonio sarebbe stato restaurato.

La via che il mondo ti indica di seguire porta sempre alla distruzione, ma la via che invece Dio ti indica porta alla santificazione e alla restaurazione. “Perché chi semina per la sua carne, mieterà corruzione dalla carne; ma chi semina dallo Spirito mieterà dallo Spirito vita eterna” (Galati 6:8).

Ho riportato in questo capitolo diversi riferimenti biblici in modo che tu possa avere delle indicazioni che ti aiuteranno a restaurare il tuo matrimonio. Se tu ti disponi verso la Parola di Dio con un cuore sincero ed umile, osservando e ubbidendo a questi comandamenti, vedrai la restaurazione del tuo matrimonio (e questo può avvenire sia in un tempo immediato che futuro). Ti assicuro che questo succederà, non perché sono io a dirtelo, ma perché lo dichiara Dio nella sua Parola. Più una donna ubbidirà ai comandamenti di Dio, maggiore sarà il risultato che vedrà in seguito alla sua ubbidienza. Se alcune donne non riescono a risolvere i conflitti che hanno nel proprio matrimonio, o  non vedranno mai il loro matrimonio restaurato, è perché rifiutano di credere e ubbidire alle leggi di Dio, o perché esse credono di essere al di sopra delle leggi di Dio. Uno dei video di “Sii incoraggiata” (Be encouraged) mostra quali sono gli errori che impedirono a delle donne di vedere la restaurazione del proprio matrimonio.

Se tu sei una di quelle donne che crede di non essere “sotto la legge” e per questo libera di poter infrangere le leggi di Dio, “no di certo!”

“Che faremo dunque? Peccheremo forse perché non siamo sotto la legge ma sotto la grazia?” (Romani 6:15)

“Annulliamo dunque la legge mediante le fede?” (Romani 3.31).

“No di certo! Noi che siamo morti al peccato, come vivremo ancora in esso?” (Romani 6:2).

Coloro che compresero la legge di gravità provarono a sfidarla, ma poi dovettero ammettere che l'uomo non è in grado di volare.

Il cristiano che studia la Parola di Dio sfiderà il mondo, e i non credenti saranno talmente stupiti che si sentiranno spinti a cercare Dio.

Invece una persona che crede di essere al di sopra della legge di gravità e la infrange volando senza paracadute, sarà l'unico colpevole della sua morte. È per questo motivo che tanti cristiani hanno delle vite distrutte.

CREDERE E UBBIDIRE

Se tu invece sei tra le tante donne che vogliono restaurare il loro matrimonio, non solo devi credere che Dio può farlo, ma devi anche ubbidire alla sua Parola. Questo libro è stato scritto per chi è talmente disperata al punto tale da voler seguire la Parola di Dio ad  ogni costo! Sei disposta a seguire la Parola di Dio a qualunque costo? Senza preoccuparti di quanta sofferenza tu possa sentire?

Ciò che devi chiedere a te stessa è questo: “Quanto è importante per me la salvezza del mio matrimonio?”

RICEVI QUALUNQUE COSA

Se la tua non è una vera e totale ubbidienza a Dio, non potrai aspettarti nulla da Lui, perché sei incostante: “Un tale uomo non pensi di ricevere qualcosa dal Signore, perché è di animo doppio, instabile in tutte le sue vie” (Giacomo 1:7-8).

“Io detesto gli uomini non sinceri, ma amo la tua legge” (Salmo 119:113).

FEDE PER OPERE

Se tu dici di aver abbastanza fede per poter confidare in Dio riguardo alla restaurazione del tuo matrimonio, allora “agisci con fede”.

“A che serve, fratelli miei, se uno dice di aver fede ma non ha opere? Può la fede salvarlo?” (Giacomo 2:14).

“Anzi uno piuttosto dirà: «Tu hai la fede, e io ho le opere, mostrami la tua fede senza le tue opere, e io con le mie opere ti mostrerò la mia fede»” (Giacomo 2:18).

Ci sono molti casi di donne che avevano deciso di credere senza ubbidire. Ognuna di queste donne continua ancora a credere che avranno vittoria nel loro matrimonio, ma NESSUNA di esse ha visto il proprio matrimonio restaurato!

“CAVALO E GETTALO VIA”

Nuovamente ti chiedo: “Quanto è importante per te la restaurazione del tuo matrimonio?”

Sei talmente disperata da voler fare “qualunque cosa bisogna fare” per salvarlo?

Se tu non credi che Dio ci chiama a questo tipo di ubbidienza, ascolta cosa dice Gesù in Matteo 5:29-30: “Se dunque il tuo occhio destro ti fa cadere in peccato, cavalo e gettalo via da te; poiché è meglio per te che uno dei tuoi membri perisca, piuttosto che vada nella geenna tutto il tuo corpo. E se la tua mano destra ti fa cadere in peccato, tagliala e gettala via da te poiché è meglio per te che uno dei tuoi membri perisca, piuttosto che vada nella geenna tutto il tuo corpo.”

Leggendo il capitolo 5 di Matteo è evidente che Gesù richiede a noi di mostrare un'ubbidienza maggiore rispetto a quella che la Legge stessa chiedeva. Leggi questo capitolo e sarai spinta ad ubbidire a tal punto da diventare una fanatica. Se ciò che tu ora stai facendo non appare una pazzia agli occhi degli altri, allora devi essere ancora più radicale nel tuo impegno matrimoniale, perché è questo ciò di cui hai bisogno! Tutte noi dobbiamo prendere esempio da Pietro per quanto riguarda l'ubbidienza. Ogni volta che gli veniva detto di compiere qualcosa, come permettere  a Gesù di lavargli i piedi, lui lo portava all'estremo. Si comportò in un modo ancora più estremo quando Gesù gli chiese di uscire dalla barca. Lui fu l'unico a seguire Gesù con un tale zelo. Ma nonostante avesse tanto zelo, Gesù lo riprese per la sua mancanza di fede.

Sei tiepida? “Così, perché sei tiepido e non sei né freddo né fervente io ti vomiterò dalla mia bocca” (Apocalisse 3:16).

CONFIDA IN DIO E  CREDI CHE LUI E' CAPACE DI TRASFORMARTI E ANCHE DI RESTAURARE IL TUO MATRIMONIO E LA TUA FAMIGLIA, E VUOLE FARLO

Dio non vuole mettere al tuo fianco un altro uomo, e non pensa che tu abbia scelto l'uomo sbagliato,

“Infatti la donna sposata è legata per legge al marito mentre egli vive; ma se il marito muore, è sciolta dalla legge che la lega al marito. Perciò, se lei diventa moglie di un altro uomo mentre il marito vive, sarà chiamata adultera; ma se il marito muore, ella è libera da quella legge; così non è adultera se diventa moglie di un altro uomo” (Romani 7 :2-3).

Se stai pensando di risposarti, questa non è una possibilità da considerare. Questo secondo matrimonio ha meno del 20% di possibilità di sopravvivere rispetto al primo. Per te ci sono otto possibilità su dieci di soffrire a causa di un altro doloroso divorzio. Dopo di questo verrà il terzo, il quarto divorzio, fermati adesso, in qualsiasi punto tu sia. C'è per te una soluzione migliore! Invece  di continuare ad agire in questo modo: “Spera nel Signore” (Salmi 27:14, Salmi 31:24, Isaia 35:4).

“Dacci aiuto per superare le difficoltà, perché vano è il soccorso dell'uomo” (Salmi 60:11, Salmi 108:12-13).

Per favore, leggi il capitolo 11: “Perché odio il ripudio” per avere più riferimenti.

NON  PARLARE CON  ALTRI DELLA TUA SITUAZIONE

Parla con Dio, medita la sua Parola per trovare le risposte: “Cercate e troverete” (Matteo  7:7, Luca 11:9). “Lui è il Consigliere ammirabile” (Isaia 9:5).

“Non cammina secondo il consiglio degli empi” (Salmi 1:1).

Non parlare con altri della tua situazione. “Ma quella che fa vergogna gli è un tarlo alle ossa” (Proverbi 12:4).

Poi: “Il cuore di suo marito confida in lei ed egli non mancherà mai di provviste” (Proverbi 31:11).

E: “Poiché in base alle tua parole sarai giudicato e in base alle tue parole sarai condannato” (Matteo 12:37).

“Il maldicente disunisce gli amici migliori” (Proverbi 16:28).

“Chi copre gli sbagli si procura amore, ma chi sempre vi ritorna su, disunisce gli amici migliori” (Proverbi 17:9; vedere il capitolo 7 del libro “Dolcezza nella tua lingua” per maggiore conoscenza).

Questa conoscenza non è un opzione, è essenziale! “Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza” (Osea 4:6).

Chiedi a Dio di darti una compagna di preghiera (ovviamente una donna!) che crede che Dio restaurerà il tuo matrimonio. Stai lontana dai gruppi per single! Tu non puoi fare parte di questi gruppi se desideri restaurare il tuo matrimonio! Se partecipi sei instabile, e in questo modo non sperare di ricevere qualcosa dal Signore (Giacomo 1:8).

Se desideri che il tuo matrimonio sia restaurato non partecipare ai gruppi che aiutano i divorziati, né ad altri simili gruppi di appoggio. Questi gruppi non sono altro che “feste di autocommiserazione”, che ti spingeranno a rinunciare al tuo matrimonio, considerandolo perso. Devi scegliere: o continui a sperare o accetti la fine del tuo matrimonio. Invece di fare parte di un gruppo, ti consiglio fortemente di pregare e chiedere a Dio di darti una sola donna che ti aiuti nella preghiera. Io avevo al mio fianco solo un'amica e il Signore!

Tu puoi trovare una donna che comprende ciò che tu ora stai vivendo, consultando la nostra pagina di internet.

SMETTI DI CRITICARE TUO MARITO

Questo principio sarà un fattore decisivo per la restaurazione del tuo matrimonio. Ci sono molti passi biblici che parlano di questo argomento, potrei scrivere molte pagine per te. Qui riporto solo alcuni riferimenti.

“Fa presto amichevole accordo con il tuo avversario” (Matteo 5:25).

“La risposta dolce calma il furore, ma la parola dura eccita l'ira” (Proverbi 15:1).

“Cominciare una contesa è dar la stura all'acqua, perciò ritirati prima che la lite si inasprisca” (Proverbi 17:14).

“Anche lo stolto, quando tace, passa per saggio” (Proverbi 17:20).

“Apre la bocca con saggezza e ha sulla lingua insegnamenti di bontà” (Proverbi 31:26).

“E' una gloria per l'uomo astenersi dalle contese, ma chi è insensato mostra i denti” (Proverbi 20:3).

“Chi si separa dagli altri cerca la sua propria soddisfazione e si irrita contro tutto ciò che è giusto” (Proverbi 18:1).

Ti sei comportata come una donna litigiosa? (Vedere il capitolo 6 “Donna litigiosa” e il capitolo 8 “Guadagnato senza parola” per avere altre informazioni.)

RIMUOVI L'ODIO E IL DOLORE E CERCA DI GUARDARE TUO MARTO CON GLI OCCHI DELL'AMORE

“Quelli che lo guardano sono illuminati, nei loro occhi non c'è delusione” (Salmi 34:15).

“Chiunque si innalzerà sarà abbassato e chiunque si abbasserà sarà innalzato” (Matteo 23:12, Luca 14:11, Luca 18:14).

Pietro chiese quante volte avrebbe dovuto perdonare suo fratello, se questi peccava contro di lui: “Fino a sette volte?” Ma Gesù rispose: “Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette” (Matteo 18:22).

Significa quattrocentonovanta volte! Hai deciso di non perdonare tuo marito per ciò che ha fatto a te e ai vostri figli?

La mancanza di perdono è qualcosa di molto pericoloso, sia per te  che per il futuro stesso del tuo matrimonio (per altre informazioni leggi il capitolo 9 “Uno spirito dolce e pacifico”, alla sezione “Perdonare”).

DEVI COMINCIARE A VEDERE TUO MARITO  NELLO STESSO MODO IN CUI LO VEDE  DIO

Prega per tuo marito, ma prima di tutto è necessario che tu perdoni  lui e tutte le altre persone che sono coinvolte con lui (amici, famiglia, colleghi di lavoro ed anche la sua stessa amante).

Di nuovo ti consiglio di leggere il capitolo 9 “Spirito dolce e pacifico”, alla sezione “Perdonare”.

Solo allora tu sarai pronta per pregare affinché  tuo marito sia l'uomo che tu vuoi lui sia. Smetti di vedere tutte le cose sbagliate che lui sta facendo. Cambia il tuo atteggiamento chiedendo a Dio  di  mostrarti ciò che di buono tuo marito compie, e soprattutto ciò che di  buono ha fatto in passato.

(Leggi il capitolo 7 “Dolcezza nella tua lingua”, alla sezione “Rispettosa”, per avere maggiore informazioni.)

Ringrazia Dio per tutte queste cose, e trova il modo per poter ringraziare anche tuo marito appena lo sentirai o quando verrà da te a casa.

Se è stato tuo marito ad allontanarti, allora non  chiamarlo. Ma se invece sei stata tu ad abbandonarlo o a mandarlo via di casa, devi assolutamente chiamarlo e chiedergli perdono. Questo è un punto molto delicato e decisivo, perché più aspetti più aumenta il rischio che lui cada in adulterio, se non è già successo (ti chiedo, per favore, di leggere le testimonianze riportate sulla nostra pagina di internet, e vedrai come questi principi sono stati efficaci nella vita delle donne che li hanno attuati). Non chiedergli continuamente perdono, è sufficiente farlo una sola volta, altrimenti potrebbe essere controproducente. Se tuo marito accetta o meno le tue scuse, questo non è un tuo problema. Ciò che ti spinge a chiedergli perdono è  l'umiltà e l'ubbidienza verso Dio, ed è  questo che  interessa a Dio.

PARLA CON TUO MARITO IN MODO AMOREVOLE OGNI VOLTA CHE AVRAI OCCASIONE DI FARLO

“Le parole gentili sono un favo di miele, dolcezza all'anima, salute alle ossa” (Proverbi 16:24).

“Un cuore allegro è un buon rimedio, ma uno spirito abbattuto fiacca le ossa” (Proverbi 17:22 e 18:14).

Questo passo non dice che tu devi rallegrarti dei tuoi problemi familiari, ma che devi gioire nella certezza che Dio ha tutto sotto controllo.

“È vero che qualunque correzione sul momento non sembra recare gioia, ma tristezza, in seguito tuttavia produce un frutto di pace e giustizia in coloro che sono stati  addestrati per mezzo di  essa” (Ebrei 12:11).

NON  ASCOLTARE I PETTEGOLEZZI NÈ QUALSIASI ALTRA PERSONA CHE VOGLIA PARLARTI MALE DI LUI

“Soffre ogni cosa, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa” (1 Corinzi 13:7).

Forse tuo marito ti dice che lui non ha un'altra donna, ma tu sai che questa non è la verità. Devi credergli. Questo non significa essere ingenua, ma facendo così tu gli stai mostrando un amore incondizionato. Spesso sono proprio i tuoi familiari, gli amici o i vicini che cercano di persuaderti a divorziare o a prendere una posizione nei confronti di tuo marito.

Tu devi assolutamente allontanare da te tutti coloro che ti distolgono dal compiere la volontà di Dio, e che potrebbero essere una tentazione per la tua carne e le tue emozioni. “Vattene lontano dallo stolto, dalle sue labbra non hai certo trovato la scienza” (Proverbi 14:7).

“Chi va sparlando palesa i segreti, perciò non t'immischiare con chi apre troppo le labbra” (Proverbi 20:10).

Se tu parli male di tuo marito, anche gli altri lo faranno. “Sterminerò chi sparla del suo prossimo in segreto” (Salmi 101:5).

Dato che riceverai molti consigli che sono contrari alla volontà di Dio e alla sua Parola, tu non devi mettere al corrente gli altri della tua situazione matrimoniale, perché altrimenti questo risveglierebbe in te sentimenti di autocommiserazione e rabbia. Queste sono emozioni carnali, contrarie allo Spirito. Dio dice: “Perché la carne ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne, sono cose opposte tra di loro, in modo che non potreste fare quello che vorreste” (Galati 5:17).

Ascoltare, discutere o cercare consigli riguardo la tua situazione matrimoniale non farà altro che confonderti, perché purtroppo la maggior parte dei cristiani non conosce a fondo la Parola di Dio, e perfino i pastori potrebbero consigliarti contrariamente a quello che dice la Parola. A meno che essi stessi si siano trovati nella stessa situazione, ignoreranno e sminuiranno i principi divini, mentre tu hai disperatamente bisogno proprio di questo! È la Parola di Dio che può darti le risposte che cerchi e a queste risposte non hai bisogno né di aggiungere né di togliere cosa alcuna per poter restaurare il tuo matrimonio!

NON CERCARE DI SAPERE COSA STA FACENDO TUO MARITO

Se tu sospetti che ci sia un'altra donna nella sua vita, o addirittura ne hai la certezza, allora devi fare ciò che Dio ti dice: “I tuoi occhi guardino bene in faccia, le tue palpebre si dirigano dritto davanti a te” (Proverbi 4:25).

“Non avrai da temere lo spavento improvviso, né la rovina degli empi, quando verrà; perché il Signore sarà la tua sicurezza, e preserverà il tuo piede da ogni insidia” (Proverbi 3:25-26).

E ancora una volta “l'amore crede ogni cosa” (1 Corinzi 13:7).

NON PARAGONARE TUO MARITO CON ALTRI!

Questa è una trappola del nemico. Io, come anche altre donne, siamo cadute in questa trappola. Attenzione! Questo atteggiamento può appagare la tua carne, ma le conseguenze ti distruggeranno, e distruggeranno anche qualsiasi buon  sentimento che tuo marito prova ancora nei tuoi confronti. Non parlare con l'attuale compagna di tuo marito, né al telefono né di persona e non scriverle alcuna lettera per dirle che la perdoni. Questo atteggiamento non è secondo la volontà di Dio. È il diavolo che sta giocando con il tuo senso di giustizia. Spesso molte donne confrontano il loro marito con altri uomini rinfacciandoglielo, credendo erroneamente che questo sia giusto, perché i loro compagni non possono starsene tranquilli ignorando le proprie colpe.

Ma tutte le donne che hanno assunto questo atteggiamento, sia per ignoranza come è successo a me sia per non aver voluto accettare i consigli che ho scritto in questo libro, mi hanno successivamente comunicato di essersi pentite di averlo fatto. Tutte hanno confermato che le conseguenze di tale comportamento sono state disastrose. Ti chiedo per favore di non seguire l'esempio di Eva, che impulsivamente decise di fare ciò che sapeva  non dover fare. Nel momento in cui il peccato viene commesso tu perderai il vantaggio che ti era stato dato da Dio come “la sposa della tua giovinezza” (Proverbi 5:18). Devi ricordarti che “l'amore crede ogni cosa” (1 Corinzi 13:6-7).

Devi continuamente ricordare a te stessa che tu stai combattendo una “guerra spirituale” e, come in qualsiasi guerra, è insensato e pericoloso rivelare al proprio nemico qualsiasi tipo di informazione. Tutte le vittorie descritte nell' Antico Testamento non sono state mai ottenute rivelando ciò che Dio aveva comandato di fare. E neppure nel Nuovo Testamento leggiamo che dobbiamo far conoscere al nostro nemico quelli che saranno i nostri movimenti. Anzi la Parola di Dio ci esorta a comportarci secondo le regole del combattimento spirituale. La prima lettera di Paolo a Timoteo dice di: “combattere la buona battaglia”. Nella seconda lettera di Paolo ai Corinzi inoltre leggiamo: “Non combattiamo secondo la carne”. Ci viene detto: “Siate sobri, vegliate, il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare” (1 Pietro 5:8). Tuo marito e gli altri stanno lavorando con il diavolo, come schiavi, per distruggere il tuo matrimonio, il tuo futuro e i tuoi figli; “Non sapete che se vi offrite a qualcuno come schiavi per ubbidirgli siete schiavi di colui al quale ubbidite: o al peccato che conduce alla morte o all'ubbidienza che conduce alla giustizia?” (Romani 6:16). Per poter vincere questa battaglia è  indispensabile che tu sia “schiava della giustizia” e non devi assolutamente confrontare tuo marito con altri uomini, rinfacciandogli il suo peccato e altre cose che tu sai di lui.

NON CERCARE DI SCOPRIRE DOVE SI TROVA TUO MARITO

Se tuo lui non ti ha messa a conoscenza del suo nuovo indirizzo! È Dio che ti sta proteggendo, tenendoti all'oscuro di questo. Stai in silenzio, sii ferma. Entra nella tua cameretta a pregare e combatti con l'arma della preghiera, stando in ginocchio davanti al Signore. Dio è  in grado di cambiare tuo marito, ma se tu nei suoi confronti esprimi sospetto, gelosia e sfiducia così facendo indurirai il suo cuore. “Il cuore del re, nella mano del Signore, è come un corso d'acqua; egli lo dirige dovunque gli piace” (Proverbi 21:1). Così facendo gli mostrerai che la sua attuale compagna non è la donna adatta per lui, TU INVECE SI! Tutti gli uomini difendono la propria amante quando questa  viene aggredita verbalmente o fisicamente dalla loro moglie. TACI! Ascolta le testimonianze nei video di “Sii incoraggiata”, perché così eviterai degli errori che potrebbero esserti fatali.

NON AGIRE IN MODO IMPULSIVO QUANDO TI TROVERAI AD AFFRONTATE LE CIRCOSTANZE

Sotto l'impulso del momento non sarai in grado di riflettere e molto probabilmente sarai guidata dall'emotività e non dalla saggezza.

“Chi cammina in fretta sbaglia strada” (Proverbi 19:2). “L'uomo prudente fa attenzione ai suoi passi” (Proverbi 14:15). “C'è una via che all'uomo sembra diritta, ma finisce con il condurre alla morte” (Proverbi 16:25 e  Proverbi 14:12).

“Hai mai visto un uomo precipitoso nel parlare? C'è più da sperare da uno stolto che da lui” (Proverbi 29:20).

“Si getta la sorte nel grembo, ma ogni decisione viene dal Signore” (Proverbi 16:33).

“Il saggio teme ed evita il male, ma lo stolto è arrogante e presuntuoso” (Proverbi 14:16).

Non essere precipitosa ad apportare dei cambiamenti come ad esempio “gli orari per le visite”. Non precipitarti a chiedere il divorzio. Dio dice: “Io odio il ripudio” (Malachia 2:16). Non cambiare casa e non lasciare la casa dove vivevi con lui: “Turbolenta e proterva (una prostituta) che non teneva i piedi in casa” (Proverbi 7:11). Non comportatevi come la donna di Proverbi 7:11.

HAI CERCATO TUO MARITO PER FARGLI CONOSCERE QUALI SONO I TUOI BISOGNI, I TUOI PROBLEMI O LE TUE PAURE? QUESTO TI CAUSERA' UNA DELUSIONE

Memorizza questi passi biblici: “Il mio Dio provvederà ad ogni vostro bisogno, secondo la ricchezza della sua gloria in Cristo Gesù (Filippesi 4:19).

“Ah, se non avessi avuto fede di vedere la bontà del Signore sulla terra dei viventi! Spera nel Signore! Sii forte, il tuo cuore si rinfranchi; si, spera nel Signore!” (Salmi 27:13-14).

“Quando il Signore gradisce le vie di un uomo riconcilia con lui anche i suoi nemici” (Proverbi 16:7).

“Forza e dignità sono il suo manto e lei non teme l'avvenire” (Proverbi 31:25).

Invece di supplicarlo, approfitta di questa occasione per esprimere a tuo marito gratitudine per come in passato si è sempre preso cura di te . Questo è il cammino che Dio approva e si chiama “essere contenta dello stato in cui mi trovo”.

Se la tua carriera professionale ti porta a stare molto tempo fuori casa, allora questo è un problema. Dio ci chiama a saper aspettare per i bisogni materiali, ma spesso noi vogliamo anticipare i tempi comprando cose a credito. Facendo questo sei stata costretta a lavorare di più e quindi a stare molto tempo fuori casa. Ora la tua casa è vuota, perché tu sei a lavoro, i tuoi figli sono all'asilo e tuo marito è in un altro appartamento. Satana è un ladro! Presto ti ruberà la casa per la quale hai tanto lavorato. Permetti a Dio di salvare la tua casa, la tua famiglia e il tuo matrimonio. Leggi la sezione “Serva di tutto” nella lezione “Le abitudini della tua casa”, nel libro “La donna saggia costruisce la sua casa: scritto dalla stolta che l'ha abbattuta con le proprie mani”, disponibile in inglese.

NON CERCARE L'AIUTO DI TUO MARITO PER RISOLVERE I TUOI PROBLEMI

Non c'è modo migliore per allontanarlo da te che raccontargli i problemi riguardanti la tua casa. Lui ti ha abbandonata perché ha scelto di scappare dai vostri problemi. Non tornerà mai in una casa dove c'è caos, tanto meno lo farà per salvarla dal crollo. MAI! Quando un uomo abbandona sua moglie e cerca un'altra donna è perché in realtà lui sta cercando la felicità. Se invece tu chiedi aiuto al Signore, colui con cui hai una relazione d'amore com'è giusto che sia, quando arriveranno i problemi (perché sicuramente arriveranno), tuo marito  tornerà immediatamente di sua propria iniziativa a casa vostra.

Hai mai spinto tuo marito ad abbandonarti? Noi, in Restore Ministries (Ministero di Restaurazione)

abbiamo conosciuto molte donne che hanno mandato via di casa i loro mariti o addirittura hanno pronunciato la parola divorzio per prime, spinte dalla rabbia.

Quando tu semini un cattivo seme, non meravigliarti se questo come frutto porta l'adulterio. Le parole hanno più potere di quanto te immagini. “Io vi dico che di ogni parola oziosa che avranno detta gli uomini renderanno conto nel giorno del giudizio” (Matteo 12:36).

Se tra di voi ci sono già stati problemi causati dall'alcool, dalla droga o da maltrattamenti, non essere tu ad aggiungere anche i problemi causati dal divorzio. Forse tu volevi che lui andasse via di casa proprio a causa di una di queste situazione. O forse uno di voi ha scoperto di non amare più l'altro. Ti chiedo per favore di leggere il capitolo 15 “Consola quelli”, per ricevere maggiore aiuto. Di nuovo ti ribadisco se avete dovuto affrontare problemi causati dall'alcool, droga,violenza fisica, non aggiungere anche l'adulterio a questa lista. Quando un uomo è andato via di casa viene considerato un single, anche se non lo è. La separazione è il primo passo che porta al divorzio. Il divorzio è un'enorme sbaglio che come conseguenza cambia completamente quella che doveva essere la giusta direzione della vostra vita. Delle coppie che si separano, poche sono quelle che poi si riconciliano. La separazione di cui parla la prima lettera di Paolo ai Corinzi, non è questa, ma è fatta di comune accordo ed ha come obbiettivo il digiuno e la preghiera (1 Corinzi 7:5). Quest'altro

passo biblico lo conferma: “E la donna che ha un marito non credente, s'egli consente ad abitare con lei, non mandi via il marito” (1 Corinzi 7:13).

Molte donne anziane, che purtroppo sono stolte e si basano sulla propria giustizia, consigliano alle giovani mogli di mandare via i loro mariti o addirittura di non permettergli di ritornare. Queste non sono donne pie. Le donne anziane, come dice Tito 2: 4-5, siano maestre nel bene, per incoraggiare  le giovani ad amare i mariti, i figli, sottomesse ai loro mariti perché la parola di Dio non sia disprezzata.

Quando scegli di separarti da tuo marito o addirittura di divorziare, non solo hai scelto di  distruggere sia la tua vita che quella di tuo marito, ma hai scelto anche di distruggere la vita e il futuro dei tuoi figli. Gli effetti di questa decisione egoista ed insensata saranno devastanti sui tuoi figli, sui tuoi nipoti futuri, sui loro amici.

Spingendo tuo marito a lasciarti hai fatto il primo passo verso il divorzio. Non è più opportuno tornare sui tuoi passi, prima che le cose degenerino? Il mondo e satana ti hanno convinta che la separazione o il divorzio miglioreranno le cose, ma questa è una menzogna! Se questa fosse la verità i secondi matrimoni, come anche i seguenti, non fallirebbero, mentre invece le statistiche dicono che, per le seconde nozze, otto matrimoni su dieci falliscono di nuovo. Ancore una volta la Bibbia è chiara: “E la donna che ha un marito non credente, s'egli consente ed abitare con lei, non mandi via il marito” (1 Corinzi 7:13).

SE TUO MARITO TI HA ABBANDONATA TU DEVI SMETTERE DI CERCARLO, DI OPPRIMERLO O DI INTROMETTERTI NELLA SUA VITA

Questo lo spingerà ancora di più ad allontanarsi da te ed a fare invece cose che non dovrebbe fare.

“Beato l'uomo che non cammina secondo il consiglio degli empi, che non si ferma nella via dei peccatori, né si siede in compagnia degli schernitori” (Salmi 1:1). L'unico ostacolo che tuo marito deve trovare sul suo cammino sono le spine di Osea 2:5. E' importante che tu legga il libro del profeta Osea. Abbiamo una preghiera già formulata, riguardante le spine di cui parlavo

e se puoi memorizzala (è riportata anche nel capitolo 17 “Mettiti sulla breccia”). Prega ogni giorno in questo modo per tuo marito. Molti ministeri sul matrimonio incoraggiano  i coniugi che sono stati abbandonati a continuare a cercare l'altro coniuge telefonandogli, scrivendogli lettere, cartoline o dichiarazioni “del patto matrimoniale”. Tutto ciò non è biblico, e come conseguenza questo atteggiamento ha causato un abbandono definitivo, per tutta la vita. La Bibbia afferma: “Se il non credente si separa, si separi pure, in tal caso il fratello o la sorella non sono obbligati a stare  insieme, ma Dio ci ha chiamati a vivere in pace” (1 Corinzi 7:15). Se tu non lo lasci stare i contrasti continueranno. “Beato l'uomo che non cammina secondo il consiglio degli empi, che non si ferma nella via dai peccatori” (Salmi 1:1). Tu devi far sapere a tuo marito che è libero di andare via (secondo 1 Corinzi 7:15). In questo modo eviterai che tuo marito continui a scappare e lui smetterà di pensare al divorzio o ad un secondo matrimonio!

“IO HO GIA' DIVORZIATO”

Non è mai troppo tardi, nemmeno se tu e tuo marito avete già divorziato. Molti si sono “risposati” con il loro primo coniuge dopo che avevano divorziato. “Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene” (Romani 12:21).

Dio disse chiaramente al suo profeta Osea di doversi risposare con la propria moglie. “Contestate...contestatela! Perché lei non è più mia moglie, e io non sono più suo marito...Correrà dietro ai suoi amanti, ma non li raggiungerà, li cercherà ma non li troverà. Allora dirà: “Tornerò al mio primo marito, perché allora stavo meglio di adesso” (Osea 2:2, 7). “Il Signore mi disse (a Osea): Và ancora, ama una donna amata da un altro, e adultera” (Osea 3:1).

Dio usa la storia tra Osea  e Gomer per mostrare il suo impegno con la sua sposa (la chiesa) e la sua forte posizione nei confronti del matrimonio.

NON PERMETTERE CHE I TUOI FIGLI VEDANO IL DOLORE E L'AMAREZZA CHE  PROVI NEI CONFRONTI DI TUO MARITO

Questo farà solo scaturire cattivi sentimenti nei confronti del loro padre. Non colpevolizzare tuo marito. “La donna saggia costruisce la  sua casa, ma la stolta l'abbatte con le proprie mani” (Proverbi 14: 1).  “Il cuore del re, nella mano del Signore, è come  un corso d'acqua, egli lo dirige dovunque gli piace” (Proverbi 21: 1).  Sii attenta nel capire verso quale direzione stai guidando il cuore dei tuoi figli. “Egli volgerà il cuore dei padri verso i figli, e il cuore dei figli verso i  padri, perché io non debba venire a colpire il paese di sterminio” (Malachia 4:6). “I padri sono  la gloria dei loro figli” (Proverbi 17:6).

Il Signore ha permesso che tu e i tuoi figli attraversiate questa prova perché vuole avvicinarti a lui, vuole compiere la sua opera nella tua vita e che tu e tuo marito vi ricongiungiate di nuovo per la sua gloria! Quando ti renderai conto che non puoi dare a nessuno la colpa, allora ti volgerai verso Dio. A quel punto sarai  al suo cospetto ed  Egli potrà trasformarti in modo che tu sia conforme alla sua immagine! “Quelli che lo guardano sono illuminati, nei loro volti non c'è  delusione” (Salmi 34: 5).

NON PERMETTERE CHE I TUOI FIGLI PARLINO MALE DEL LORO PADRE

Tu devi esigere da  loro che essi rispettino il proprio padre (sia che essi abbiano  cinque anni,quindici o anche venticinque!). “Onora tuo padre e tua madre” (Esodo 20: 12 , Deuteronomio 5: 16, Marco 7:10). Di nuovo, ricorda: “Egli volgerà il cuore dei padri verso i figli, e il cuore dei figli verso i padri, perché io non debba venire a colpire il paese di sterminio” (Malachia  4:6). Se hai parlato male di tuo marito, prima chiedi perdono a Dio, poi a tuo marito ed infine anche ai tuoi figli. “Chi copre le sue colpe non prospererà” (Proverbi 28: 31). Dopo che hai fatto questo, comincia ad  onorare tuo marito sia davanti ai tuoi figli che davanti a lui.

(Per maggiori informazioni, leggi il capitolo 7 “Dolcezza nella tua lingua”, alla sezione “Rispettosa”.)

Abbi bene in mente questo: non puoi esigere che i tuoi figli rispettino il proprio padre se tu per prima  manchi di rispetto a tuo marito.

NON PERMETTERE CHE I TUOI FIGLI DIVENTINO RIBELLI                                               

“Il ragazzo lasciato a se stesso fa vergogna a sua madre” (Proverbi 29:15). Invece di lasciar crescere in loro la rabbia, spendi del tempo con loro per insegnarli a perdonare e a pregare per il loro padre. Quando non ci sarà più rabbia nel loro cuore scomparirà anche il dolore e a quel punto devi insegnarli cercare consolazione solamente in Dio. Ciò che aiutò molto mio figlio (allora  aveva cinque anni) fu memorizzare questo passo: “Dio stesso ha detto: io non ti lascerò e non ti abbandonerò” (Ebrei 13:5). In questo momento i tuoi figli sono confusi, quindi tu devi dar loro delle chiare direttive (leggi la lezione “Gli insegnamenti di tua madre” nel libro “La donna saggia edifica la sua casa: scritto dalla stolta che l'ha abbattuta con le proprie mani”). Nuovamente ti ripeto che avrai delle serie difficoltà nel riuscire a far mettere in pratica questo insegnamento ai tuoi figli se tu, per prima, non non mostri autocontrollo.

DEVI FARE ATTENZIONE A NON SCEGLIERE LA “STRADA PIU' FACILE”

A te sembra il cammino più facile, ma la strada che stai percorrendo ti porterà più tristezza, prove, difficoltà e dolore di quanto tu  non ne stia già provando. Io, come altre persone, ho già attraversato questi momenti difficili ed anche la separazione e il divorzio, per questo voglio metterti in guardia contro ogni idea, libro o persona che cercherà di convincerti a seguire la strada del mondo, perché se lo farai il risultato sarà il disastro completo! Anche se il mondo approva, noi come cristiani sappiamo che larga è la strada che porta alla rovina. Angusta è la via che conduce alla vita e pochi sono quelli che la trovano! “Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa è la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa. Stretta invece è la porta e angusta è la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano” (Matteo 7:13-14).

Tu devi seguire la via angusta per capire come prendere delle decisioni, come parlare con altri e come affrontare le prove che arriveranno nella tua vita sia adesso che in futuro.

TI CHIEDO PER FAVORE DI STARE ATTENTA AI LIBRI CHE LEGGI

I libri che si ispirano alla filosofia, come anche quelli che sono stati scritti da psicologi e da consulenti matrimoniali, riempiranno la tua mente di pensieri distruttivi. Fai molta attenzione a quei libri che trattano temi come “l'amore difficile”, aggiungendo una motivazione al tuo matrimonio, e “dipendenza”. E' risaputo da molti che queste idee hanno provocato molti danni a diversi matrimoni e alle donne che, prese dalla disperazione, hanno seguito tali consigli.

SEGUI DIO E COLORO CHE CONDIVIDONO “LE TUE STESSE IDEE”

In questo modo riceverai incoraggiamento per rimanere ferma nel tuo matrimonio. Per favore, vai dal Consigliere (la PAROLA di DIO) che ti aiuterà gratis, questo ti farà risparmiare soldi e salverà il tuo matrimonio. Stai lontana dai “professionisti”. Ogni professionista ha una propria esperienza e delle proprie convinzioni. Ci sono milioni di consiglieri matrimoniali, anche cristiani, e molti libri che trattano i  problemi matrimoniali. Se loro hanno le risposte giuste, perché c'è una tale epidemia di divorzi, soprattutto nelle chiesa?

DA DOVE DEVI COMINCIARE?

Cosa devi fare? Comincia a muovere la tua casa distrutta verso la roccia. “Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica sarà paragonato ad un uomo avveduto che ha costruito la sua casa sopra la roccia. La pioggia è caduta, sono venuti i  torrenti, i venti hanno soffiato e hanno investito quella casa, ma essa non è caduta, perché era fondata sulla roccia” (Matteo 7:24-25).

“La donna saggia costruisce la propria casa, ma la stolta l'abbatte con le proprie mani” (Proverbi 14:1). “La casa si costruisce con la saggezza e si rende stabile con la prudenza. Mediante la scienza si riempiono le stanze di ogni specie di beni preziosi e gradevoli” (Proverbi 24:3-4).

LODA DIO IN TUTTE QUESTE COSE

“Per mezzo di Gesù, dunque, offriamo continuamente a Dio un sacrificio di lode: cioè un frutto di labbra che confessano il suo nome” (Ebrei 13:15). “Rallegratevi sempre nel Signore. Ripeto: rallegratevi!” (Filippesi 4:4).

IMPARA A PREGARE NEL MODO CORRETTO

“Io ho cercato fra loro qualcuno che riparasse il muro e stesse sulla breccia davanti a me in favore del paese, perché io non lo distruggessi, ma non l'ho trovato!” (Ezechiele 22:30). Stare sulla breccia NON significa mettersi sulla strada. Fai prigioniero ogni pensiero. “Demoliamo i ragionamenti e tutto ciò che si eleva orgogliosamente contro la conoscenza di Dio, facendo prigioniero ogni pensiero fino a renderlo ubbidiente a Cristo” (2 Corinzi 10:4-5).

INCOMINCIA A RINNOVARE LA TUA MENTE

Questo allo scopo di farla essere come quella di Cristo, in modo da vedere la tua situazione come  la vede Dio, dal cielo. Recati in una libreria cristiana più vicina a te e compra un libro che elenchi le promesse bibliche, dopodiché riponilo in un posto (anche nel tuo bagno). Molte donne hanno il loro angolo di preghiera, dove possono andare a meditare quando i loro figli o i loro mariti sono a casa. È il rifugio dove puoi meditare sulle promesse di Dio per te.

Prendi anche dei cartoncini di tre centimetri per cinque e scrivi sopra i vari passi biblici che ti sono utili per rinnovare la tua mente, per aiutarti a lottare nello Spirito (la spada dello Spirito è la Parola di Dio) e che ti saranno d'incoraggiamento quando sarai assalita dalla paura, dal dubbio o dalle bugie. Tienili con te e leggili più volte. Evita di parlare troppo del tuo problema, ma piuttosto ascolta Dio e leggi la sua Parola. Il Salmo 1:2-3  contiene una promessa per te: “Ma il cui diletto è  nella legge del Signore, e su quella legge medita giorno e notte. Egli sarà come un albero piantato vicino ai ruscelli, il quale da il frutto nella sua stagione, e il cui fogliame non appassisce, e tutto quello che fa prospererà”. In pratica se tu leggi e rileggi ripetutamente questo libro fino al punto di sfinirlo o anche prendi del tempo per fare dei cartoncini scrivendo sopra le Scritture di cui hai bisogno, non potrai fare a meno di meditare nella sua Parola. Quasi tutte le donne che ho conosciuto che hanno restaurato il loro matrimonio, hanno fatto una di queste due cose, se non entrambe.

NESSUNO DI QUESTI MATRIMONI FU  FUORI CONTROLLO

“Agli uomini questo è impossibile, ma a Dio ogni cosa è possibile” (Matteo 19:26).

Ancora una volta voglio ricordarti che non è vero che tu e tuo marito dovete essere d'accordo   nel  cercare aiuto per il vostro matrimonio. Io ed altri abbiamo visto i “buoni frutti” di donne che hanno chiesto a Dio di  cambiare i cuori dei loro mariti, di lavorare in essi e Dio è stato fedele (vedere per “frutti” Matteo 7: 16, 20). “Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nel tuo occhio? O come potrai dire a tuo fratello: «Lascia che io ti tolga dall'occhio la pagliuzza», mentre la trave è nell'occhio tuo? Ipocrita, togli prima dal tuo occhio la trave, e allora ci vedrai bene per trarre la pagliuzza dall'occhio di tuo  fratello” (Matteo 7: 3-5, Luca 6:41). Io e coloro che lavorano in questo ministero preghiamo per te, affinché tu veda chiaramente come aiutare tuo marito e allo stesso tempo che la tua visione spirituale diventi più chiara.

PER QUANTO TEMPO?

Molte donne mi domandano “per quanto tempo” il loro marito sarà lontano o “per quanto tempo” durerà la prova. Ti può essere d'aiuto pensare che è come un viaggio. Il tempo che ci vorrà per compierlo potrebbe dipendere da te. Nel momento in cui Dio ti mostra un'area della tua vita in cui Lui sta lavorando, tu lavora “insieme a Lui”.

Molte volte ci facciamo distrarre dalle cose di tutti i giorni. Anche questo fa parte della guerra   spirituale, contro il nemico che sta portando “gli affanni del mondo” per ostacolare la Parola di Dio. Lui porta anche situazioni, emergenze ed altre crisi che deviano l'attenzione dal nostro obiettivo: la nostra famiglia restaurata! Spesso sembra che il nostro viaggio si sia “fermato”. Più tempo durerà lo  stato di fermo, maggiori saranno le  probabilità di accontentarti della situazione così com'è. Questo non significa che noi possiamo fare in modo che Dio anticipi i tempi, che non dobbiamo imparare ad essere contente dello stato in cui siamo o che quando Dio dice “aspetta” noi abbiamo il potere di anticipare i tempi. Ma a volte il diavolo ci inganna facendoci mettere in discussione se davvero bisogna fare un passo di  ubbidienza.

Se mentre sei in viaggio ti fermi, dopo aver percorso vari chilometri, per controllare una mappa o per telefonare alla persona che ti ha dato le informazioni per poter arrivare a destinazione, oppure   torni indietro pensando di aver superato il punto dove avresti dovuto girare, sicuramente avrai bisogno di molto più tempo per arrivare a destinazione. Devi solo fare il passo successivo di ubbidienza. I nostri video o audiocassette di “Sii incoraggiata” possono aiutarti.

Quando sei stanca di “aspettare” non scoraggiarti. Questo è il tempo che il nostro Signore sta usando affinché la nostra fede sia provata e per farci fissare la nostra attenzione su di Lui, e lo fa lavorando nelle nostre vite. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è una vera ubbidienza, e sarà questa a  far scaturire la forza spirituale necessaria per lavorare in noi per  il nostro bene. Non occorre che Dio  ci dia una spiegazione dettagliata di ciò che sta facendo. Sappiamo per certo che lui porterà a compimento i suoi propositi per mezzo di ciò che sta succedendo a prescindere dai nostri errori. Dobbiamo credere che Dio, nella sua infinità bontà verso di noi, sta lavorando con persone e situazioni, sistemando le circostanze.

CI SONO DIVERSE FONTI A CUI PUOI ATTINGERE PER RICEVERE AIUTO!

Desideriamo tanto aiutarti e poter pregare per te. Nel frattempo permettimi di pregare per te adesso: “Mio amato Signore, per favore guida questa sorella così speciale nei suoi problemi matrimoniali. Quando andrà a destra o quando andrà a sinistra, che le sue orecchie odino una voce che le dirà: «Questa è la via, cammina per essa» (Isaia 30:21). Per favore, rassicurala quando lei vedrà mille cadere al suo fianco e diecimila alla sua destra, aiutala a comprendere che se lei ti segue niente  potrà colpirla (Salmi 91:7). Nascondila sotto le tue ali protettrici. Aiutala a trovare la via angusta che conduce alla vita, la vita abbondante che tu hai preparato per lei e per la sua famiglia. Signore io ti prego di poter  ricevere la testimonianza che questo matrimonio che ha dei problemi o che  addirittura è distrutto, sia guarito e restaurato per la tua gloria! A te diamo tutto l'onore e la gloria. Amen”.


Capitolo 2 Il Vasaio e l'argilla